Informazioni sul sito

Sondaggio

Statistiche

Tot. visite contenuti : 138797

Accedi a Scuolanet

Accedi a scuolanet

operazione-trasparenza


Utenti collegati

 1 visitatore online
Home L'Istituto
Homepage istituto
ISTITUTO COMPRENSIVO
Botrugno, Nociglia, San Cassiano e Supersano
Via Puccini, 41-73040 Supersano (LE)
a.s.2013-14
 Dirigente Scolastica  dott.ssa  Caterina Scarascia
 
  alt  alt   alt
L'inizio di un nuovo anno scolastico ci offre l'opportunità per riflettere sul ruolo importante della Scuola, designata quale luogo di formazione, di crescita culturale, di vita sociale.I risultati richiedono impegno!

 

 

 Alla voce "MODULISTICA"Disposito+Graduatoria M.A.D Sostegno a.s.2013-14 

 
 
Alla voce "MODULISTICA" deposito elenchi elettorali in segreteria - consiglio d'istituto-
Alla voce "MODULISTICA"indizione organi collegiali
Alla voce "MODULISTICA"indizione elezione del Consiglio d'Istituto
 
 
                                                       Progetto Comenius cl. VA-B Primaria Supersano
Il progetto permette a giovani cittadini e operatori scolastici di incontrarsi e comprendersi nella ricchezza della diversità.
 
 alt     alt  
 
alt      alt
 
alt     alt
                             alt                                  
                                   FESTA DEI NONNI -S. dell'INFANZIA -Supersano-
 
alt            alt
 
altalt alt     
                     
                                  -SUPERSANO Prog. Accoglienza:Infanzia-Primaria-Secondaria I° grado
alt alt
alt
 
NOCIGLIA Prog.Accoglienza: Infanzia-Primaria- Secondaria I° grado
 
 
alt
 
alt

 

Prog. Accoglienza: Infanzia-Primaria-Secondaria I° grado  San Cassiano 

alt alt

alt alt

                                                                     Fase conclusiva del progetto

alt alt

alt  alt

 

   
logo supersano
 
ALLA VOCE PON F.S. 2007/13 E' STATA PUBBLICATA:
-Determina Aggiudicazione definitiva lavori
ALLA VOCE PON F.S. 2007/13 E' STATO PUBBLICATO: 
AVVISO DI GARA -PON ASSE II
Alla voce MODULISTICA sono allegati file libri di testo
 
 
alt
 
Il  MaggioDeiLibri
 
A SUPERSANO Sabato 25 Maggio 2013 NOTTE BIANCA in biblioteca per i ragazzi della Primaria e Secondaria che hanno aderito all'iniziativa.
Divertimento assicurato anche per i bambini di cinque anni.
Spalancare le porte dei libri ai ragazzi,per fare in modo che possano apprezzare la lettura fin da piccoli.
Leggete la locandina.
 
 
alt
 

   

 

ALLA VOCE PON F.S. 2007/13 SONO STATI PUBBLICATI:  

-  BANDO DI GARA LAVORI 

- ALLEGATO 1 (domanda di partecipazione alla gara - lavori-)     

- ALLEGATO 2 (dichiarazione sostitutiva - lavori-) 

 - OFFERTA ECONOMICA

                     

 alt Maria Chiara Carrozza è il nuovo Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.

Professore ordinario di Bioingegneria industriale presso l’Istituto di biorobotica della Scuola superiore Sant’Anna, dal 2007 è rettore del medesimo istituto. Coordina diversi progetti finanziati dalla Commissione Europea, dal Miur e dalla Regione toscana nel settore della Neuro-robotica, con particolare attenzione all'assistenza personale e alla riabilitazione neurologica. 

Nel corso di un'intervista precedente all'elezione, si è pronunciata con forza - da parlamentare - sui problemi dei fondi e degli investimenti per la scuola e per la ricerca, la modernizzazione dell'istruzione italiana e lo snellimento della burocrazia. Il tutto all'interno di un pensiero generale, così espresso: «Vorrei convincere gli italiani che l’istruzione e la ricerca sono importanti».

alt

 
alt
 
alt    altalt
                                                   
 
alt  alt
alt alt
alt alt alt
 
13/03/3013 prima prova eliminatoria della 6a edizione delle "OLIMPIADI della LINGUA ITALIANA"
hanno partecipato all'iniziativa, inserita nell'Albo delle eccellenze del Miur due squadre di 5 alunni sia della
S. Primaria (cl.quinte), sia della S. Secondaria (cl. terze) del nostro Istituto.
I partecipanti sono in attesa dei risultati.
 
alt alt
 
 
alt alt
 
alt
 
Rilevante e formativo l'incontro-dibattito con lo straordinario Paolo Crepet.  A noi educatori consiglia di "formare menti aperte   ttraverso la negazione e lo spirito di sacrificio, non giovani centometristi ma maratoneti agguerriti nella scalata della vita"...     Grande entusiasmo e coinvolgimento in tutti i giovani e ragazzi presenti! Ben vengano tali iniziative! Complimenti agli organizzatori!
 

 

 

 
 
 

 

33ma Edizione del Carnevale Supersanese

PRIMI CLASSIFICATI - GRUPPO JUNIOR-                                                                                                                                                              altre foto della 33ma edizione possono essere visionate sul profilo facebook di                                                                                                       Rillo Marco fhotography

 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

 

 
 

 

ll Giorno della Memoria è una ricorrenza internazionale celebrata il 27 gennaio di ogni anno come giornata in commemorazione delle vittime del nazismo, dell'Olocausto e in onore di coloro che a rischio della propria vita hanno protetto i perseguitati.

In questo giorno si celebra la liberazione da parte dei sovietici del campo di concentramento di Auschwitz avvenuta il 27 gennaio 1945.

Il testo dell'articolo 1 della legge italiana definisce così le finalità del Giorno della Memoria:

« La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz, "Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.»
 
ISCRIZIONI ON_LINE
Calendario
Entro il 20 gennaio 2013: Predisposizione e pubblicazione del modulo d’iscrizione.
Dal 21 gennaio al 28 febbraio 2013: Verifica delle domande pervenute e inserimento delle domande per conto delle famiglie che chiedono supporto.
Dal 28 febbraio in poi: Trattamento delle iscrizioni on line e trasferimenti d’iscrizione.
Normativa
 
 
 

 

 


 

 



12-12-2012  ore 12:00
 

6 dicembre 2012- Allestimento "Albero Amico"
 
 
 
 

Alla sezione ATTIVITA' DIDATTICHE file fotografico "S. Infanzia S. Martino 2012-13"
 

 
 

Alla sezione ATTIVITA' DIDATTICHE file fotografico

 

Alla sezione ATTIVITA' DIDATTICHE file fotografico sulla scoperta dell'"AlBERO DELLA MANNA"
 

 
Nella sezione ATTIVITA' DIDATTICHE file sul LAB. di Archeologia - Arte Rupestre e Manif. Finale
 

 

Alla voce -ATTIVITA' DIDATTICHE- è stato allegato file fotografico sulla  FESTA DEI NONNI 2012



Il 17 Settembre Accoglienza per i bambini della S. dell'Infanzia
 


dal 13 al 22 Settembre 2012 tutti gli alunni del Comprensivo usciranno alle ore 12,00

Dirigente, docenti e personale ATA augurano alle famiglie e agli alunni un buon inizio d'anno scolastico.
buon inizio danno

Calendario Scolastico A.S. 2012/2013

Per i successivi provvedimenti di competenza, si comunica  che il calendario scolastico 2012/2013 è il seguente:


INIZIO LEZIONI:          13/09/2012

PONTE OGNISSANTI: 02 e 03 NOVEMBRE

FESTIVITA’ NATALIZIE : 24/12/2012   -    05/01/2013

FESTIVITA’ PASQUALI :  28/03/2012   -   02/04/2013

11 - 12 e  13 /02/2013 lunedì, martedì e mercoledì di Carnevale

TERMINE LEZIONI :08/06/2013 (Scuola primaria e secondaria 1° grado)

30/06/2013 (Scuola Infanzia)

ORARIO ATTIVITA’ DIDATTICHE:

SCUOLA MATERNA :    8,00-13,00    senza servizio mensa e il sabato

8,00-16,00     con il servizio mensa

 

SCUOLA PRIMARIA:    8,30 -  13,00   1^ - 2^ - 3^  - 4^

8,30 – 13,30    5^

SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO :   8,15 – 13,15

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Dott.ssa Anna Marinella CHEZZA



attestato



 





In Italia la Festa della mamma si festeggia la seconda domenica di maggio, come negli Stati Uniti.

I simboli di questa festa sono il rosso, il cuore e la rosa, che più di ogni altro fiore rappresenta l'amore e la bellezza e sa testimoniare l'affetto e la riconoscenza dei figli.

 

 



8 MAGGIO S. MICHELE patrono di Supersano

La Chiesa Madre S. Michele Arcangelo di Supersano sorge sulle fondamenta di una piccola chiesa che fu abbattuta nel 1723 in quanto di dimensioni troppo ridotte e per la precarietà delle sue strutture portanti.
Già dodici anni prima Monsignor Rossi Vescovo di Ugento, in visita pastorale alla nostra Parrocchia, riportava che Supersano, un paesino di circa 382 abitanti, non aveva una chiesa capiente ad ospitare neppure i 100/150 fedeli che potevano frequentarla.                                                                               L'abbattimento fu ordinato da Monsignor Andrea Maddalena di Napoli , allora Vescovo di Ugento.
Da un manoscritto degli atti di matrimonio che va dal 1723 al 1739 si può dedurre che " Nell'anno 1723, nel mese di maggio, furono trasportati li Sacramenti alla Cappella della Congregazione sotto il titolo dell'Immacolata. E nel mese di settembre dello stesso anno si diroccò da fondamenta detta antica chiesa".

In quel tempo era parroco di Supersano un certo Don Vincenzo De Battista e pare che il Sindaco del paese fosse un certo Michele Battista o De Battista, forse parente dell'arciprete che lo avrebbe a sua volta nominato primo cittadino di Supersano.
I lavori di abbattimento e di ricostruzione vennero affidati ad un maestro costruttore, un certo Tommaso da Parabita. Anche in quell'occasione il contributo economico dei Supersanesi fu apprezzabile.
I lavori continuarono fino al 24 dicembre 1733 e dopo ben 10 anni circa i lavori non erano ancora terminati. La chiesa era però fornita di copertura. Molte furono le difficoltà a portare a termine la ricostruzione e la nota del tempo ce le indica così: " e perché successero molte miserie, non si potè compire dell'atre cose necessarie"
Nel frattempo, il 30 aprile 1726 muore il parroco don Vincenzo Di Battista che viene sostituito da don Lazzaro Abbate. Dopo una pausa durata fino al 1739 viene messo in opera il pavimento. Era sindaco un certo Vito Provenzano.
Nel 1741 la nobil donna Lucrezia De Capua, principessa di Tricase, fece erigere a sue spese l'altare maggiore chiamando per l'occasione gli esperti mastri Francesco Malatesta e Lorenzo De Genua.

Il 20 febbraio 1743 tutta la provincia di Lecce fu scossa da un tremendo terremoto che " fece molte aperture nella chiesa Madre" e causò vari danni alle abitazioni supersanesi.
La chiesa, così ricostruita, aveva una pianta rettangolare formata da un unico vano disposto nella direzione Est - Ovest.
Nel 1933 vennero effettuate altre modifiche di ampliamento della struttura. Difatti vennero realizzati due bracci prospicienti una alla via C. Alberto, l'altro alla via M. Frascaro ottenendo così l'attuale fabbrica a croce latina.
Ancora nel 1955 , l'Amministrazione Comunale guidata dal sen. A. Magli decide di far smontare pezzo pezzo la facciata principale della chiesa prospiciente su via Vitt. Emanuele, facendola indietreggiare di qualche metro, per permettere l'allargamento della Via Vittorio Emanuele e facendola rimontare così come è allo stato attuale.
Nel 1981 la chiesa fu sottoposta ad un'altra opera di restauro che comportò la sostituzione completa del pavimento ormai tutto intriso di umidità e l'effettuazione di alcuni lavori di consolidamento. I lavori vennero effettuati dalla ditta Donato Mele di Supersano.

L' ultimo restauro è attuale. I lavori, cominciati nel mese d'aprile 2002, prevedono il rifacimento completo della facciata, la sostituzione del pavimento ed alcuni interventi di consolidamento strutturale.


 

 
Con la Domenica delle Palme o più propriamente Domenica della Passione del Signore, inizia la solenne annuale celebrazione della Settimana Santa, nella quale vengono ricordati e celebrati gli ultimi giorni della vita terrena di Gesù, con i tormenti interiori, le sofferenze fisiche, i processi ingiusti, la salita al Calvario, la crocifissione, morte e sepoltura e infine la sua Risurrezione.La Domenica delle Palme giunge quasi a conclusione del lungo periodo quaresimale, iniziato con il Mercoledì delle Ceneri e che per cinque liturgie domenicali, ha preparato la comunità dei cristiani, nella riflessione e penitenza, agli eventi drammatici della Settimana Santa, con la speranza e certezza della successiva Risurrezione di Cristo, vincitore della morte e del peccato, Salvatore del mondo e di ogni singola anima. I Vangeli narrano che giunto Gesù con i discepoli a Betfage, vicino Gerusalemme (era la sera del sabato), mandò due di loro nel villaggio a prelevare un’asina legata con un puledro e condurli da lui; se qualcuno avesse obiettato, avrebbero dovuto dire che il Signore ne aveva bisogno, ma sarebbero stati rimandati subito.

 

Ammiccamento 19 MARZO  SAN GIUSEPPE       FESTA DEL PAPA'     AUGURI Sorriso
s.giuseppebiglietto pap

ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE                 zeppole

Ingredienti per 8 persone:

120 grammi di zucchero semolato        2 cucchiai di brandy

400 grammi di farina                             crema pasticciera

amarene sciroppate                               zucchero a velo

olio per friggere                                     sale

Preparazione:

Versare  in una terrina 8 dl di acqua lo zucchero e il brandy e una presa di sale.Portare a ebollizione e togliere dal fuoco.Nello sciroppo ottenuto versare la farina e schiacciarla con un cucchiaio per non far formare dei grumi. Mescolare,amalgamare, rimettere la pentola sul fuoco e fare cuocere per qualche minuto.Trasferire l'impasto su un piano di lavoro unto di olio e   stenderlo con il matterello, formare un cilindro sottile e fare dei pezzetti di 10-15 centimetri e richiudere ogni pezzetto a ciambella facendo aderire le due estremita'.Punzecchiare  la superfice di ogni ciambellina con i rebbi di una forchetta.In una padella far scaldare abbondante olio e friggere le ciambelline.Quando sono pronte   farle sgocciolare su carta assorbente e  farcirle con crema pasticciera.Si possono decorare con amarene sciroppate e zucchero a velo. Buona degustazione!


Anche quest'anno, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MiBAC) partecipa alla Giornata della donna rendendo omaggio all'universo femminile.                         Nella giornata dell'8 marzo sarà consentito l'ingresso gratuito a tutte le donne all'interno dei musei, ville, monumenti, aree archeologiche, archivi e biblioteche statali.

Perché ogni anno si celebra la giornata della donna?
La «giornata internazionale della donna» o «festa della donna» è stata fissata per ricordare le conquiste economiche, politiche e sociali delle donne, ma anche le discriminazioni e le violenze che subiscono ancora in molte parti del mondo.

Da quando si celebra ufficialmente?
Dal 1977 su decisione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, che riconobbe «gli sforzi della donna in favore della pace e la necessità della loro piena e paritaria partecipazione alla vita civile e sociale».

Perché l’Onu ha scelto proprio l’8 marzo?
Perché fin dall’inizio del secolo scorso, in un clima di rivendicazione di diritti influenzato specialmente dalle proposte e dall’azione del Congresso Socialista, le donne avevano scelto questa data per celebrare le loro conquiste. Infatti l’8 marzo era il giorno in cui, più di altri, le donne erano state protagoniste di grandi eventi.

Quali eventi?
Nel 1908 a New York decine di migliaia di operaie protestarono con una marcia per ottenere lavoro e paga più dignitosi, per il diritto di voto e l’abolizione del lavoro minorile. Lo slogan era «Bread and Roses»: pane per simboleggiare la sicurezza economica e rose a indicare una qualità di vita migliore. Ma negli Usa la prima giornata della donna fu voluta dal partito socialista per il diritto di voto la domenica del 28 febbraio 1909.

E nel resto del mondo?
In alcuni Paesi europei la giornata della donna si tenne per la prima volta il 19 marzo 1911 su scelta del Segretariato internazionale delle donne socialiste. Poi a San Pietroburgo l'8 marzo 1917 le donne russe guidarono una grande manifestazione che chiedeva la fine della guerra, dando inizio alla rivoluzione che diede fino allo zarismo. In Italia la Giornata internazionale della donna fu tenuta per la prima volta nel 1922 per iniziativa del Partito comunista che volle celebrarla il 12 marzo, prima domenica successiva all'8 marzo 1917.

La festa non è anche legata alla morte in un rogo di oltre cento donne?
Sì. Il 25 marzo del 1911 ci fu un incendio alla «Triangle Shirtwaist Company» di New York (a Washington Square, nella zona industriale Est di Manhattan), che produceva le camicette alla moda di allora: ma erroneamente si è diffusa la credenza secondo cui la tragedia sarebbe avvenuta l’8 marzo. Nel rogo morirono 146 operai di cui 129 donne, quasi tutte camiciaie immigrate italiane ed ebree dell’Europa dell’Est. Erano rinchiuse a chiave nello stabilimento durante il lavoro per il timore di furti o di pause troppo lunghe: 62 di loro nel disperato tentativo di scampare alle fiamme si lanciarono dalle finestre dell’edificio, alto 10 piani. Alcune avevano 12 o 13 anni e facevano turni di 14 ore al giorno: la settimana lavorativa andava dalle 60 alle 72 ore con un salario dai 6 ai 7 dollari la settimana. Gli unici superstiti furono i proprietari della fabbrica, Max Blanck e Isaac Harris, che si misero in salvo senza preoccuparsi di liberarle. Il processo che seguì li assolse e l’assicurazione pagò loro 445 dollari per ogni operaia morta: il risarcimento alle famiglie fu di 75 dollari. In migliaia parteciparono ai funerali.

Perché questa tragedia è ricondotta alla Festa della donna?
Perché portò alla riforma della legge del lavoro negli Usa assicurando più diritti alle lavoratrici.

Perché il fiore simbolo dell’8 marzo è la mimosa?
L’idea di abbinare alla festa della donna un fiore è solo italiana e fu di Rita Montagnana e Teresa Mattei, due attiviste dell’Udi (Unione donne italiane) nel 1946: la mimosa fu scelta perché fiorisce nei primi giorni di marzo e non costa tanto, per cui è accessibile a molti.



Nella sezione Progetti "allegato" sulla 32ma edizione del Carnevale Supersanese.
( In seguito saranno inserite altre immagini)





Alla voce PON  F.S. 2007/13 è stata pubblicata la graduatoria provvisoria per esperti C1- moduli d'italiano e matematica


Si informa la cittadinanza che fino al 20 febbraio 2012 sono aperte le iscrizioni alla Scuola dell’Infanzia

e  alla scuola Primaria Statale per l’anno scolastico 2012/2013.

L’iscrizione alla Scuola Secondaria di 1° grado è disposta di Ufficio.

La  novità è che da quest’anno  le famiglie possono procedere ad  iscrivere  i propri figli on-line, secondo gli obiettivi del progetto “ SCUOLA IN CHIARO”, attraverso il sito del Ministero  dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca  www.miur.it.
 

 

Bando PON C1 alla voce PON  F.S. 2007/13
Nella sez. Progetti
- Babbo Natale nella S. Primaria- prog. solidarietà
"I turismi dialogano a scuola " I° e II° parte- pubblicizzazione del nostro territorio  


La leggenda della Befana

Secondo il racconto popolare, in una notte tra il 5 e il 6 gennaio, i Re Magi si eranomessi in cammino per rendere omaggio al bambino Gesù. Non riuscendo a trovarela strada, bussarono alla porticina della casa di una vecchietta, la Befana.

I re Magi chiesero alla Befana se poteva accompagnarli da Gesù a Betlemme. La vecchietta gli indicò il cammino ma si rifiutò di andare con loro, poiché aveva troppe faccende da sbrigare.

In seguito,però, la Befana si pentì di non aver accompagnato i Rei Magi. Per questomotivo, la Befana preparò un sacco pieno di dolci e uscì da casa per cercare i tre Re Magi ma non li trovò. Allora offrì i dolci, che lei stessa avevapreparato, a tutti i bambini che incontrava per strada, nella speranza che unodi quelli fosse Gesù. È da quella notte che la Befana, per farsi perdonare, porta i regali a tutti i bambini.

STORIA della BEFANA La Befana è un'allegra e simpatica vecchietta che la notte tra il5 e il 6 gennaio, giorno dell'Epifania, si mette in viaggio, in sella alla sua scopa volante, per portare doni a tutti i bambini. Per questo la Befana porta con séun sacco stracolmo di dolcetti, cheuserà per riempire le calze che i bambini hanno lasciato appese nelle loro case. I bambini buoni, aprendo la calza la mattina dell'Epifania,troveranno caramelle, cioccolatini e a volte anche piccoli regali come premio della loro bontà. Quelli che non sono statimolto obbedienti nell'anno passato riceveranno dalla Befana anche un po' di carbone. La Befana è comunque un personaggio molto amato. C'è chi la Befana la immagina coni capelli bianchi, chi con i capelli neri e c'è chi le colora i capelli di turchino, come quelli di una fata ma a parte la tinta dei capelli o il colore degli occhi, tutti noi siamo d'accordo sul suo naso aquilino, sulle sue scarpe tutte rotte e sul suo abito ricoperto di toppe colorate.

Canzone Della Befana

La Befana vien di notte

Con le scarpe tutte rotte

Il cappello alla romana

Viva viva la Befana!!


Presepe della scuola







nella sez. Progetti file del Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze



 


ll 4 Novembre ricorre l'anniversario di una grande vittoria.
Per la prima volta nella storia, precisamente nel 1918, gli Italiani     
vedevano  riuniti dentro
gli stessi confini, dalle Alpi, alla Sicilia, tutti i loro fratelli.
Quanti morti, quanti sacrifici per arrivare all'UNITA' d'ITALIA!
In ogni piccolo paese, come in ogni città, vi è un monumento o una lapide che ricorda
i CADUTI della GUERRA.
Quanta commozione e pietà nel cuore di tutti: al ricordo dei soldati che morirono COMBATTENDO!



Si Parte!!!
















Il nostro istituto annuncia la messa online del nuovo sito istituzionale che è stato realizzato nel pieno rispetto della normativa vigente.Il nostro nuovo indirizzo è: www.comprensivosupersano.gov.it
Auspichiamo che questa iniziativa sia gradita da tutti i nostri utenti  che adesso hanno uno strumento più per comunicare con questa istituzione scolastica e ricevere informazioni sempre aggiornate in merito alle nostre iniziative.
Valid XHTML 1.0 Transitional css wai

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

Allegati:
Scarica questo file (150 scuola r.jpg)150 scuola r.jpg[150 anni d'Italia]
Scarica questo file (19.jpg)19.jpg[Stend "I turismi dialogano a scuola"c/o Istituto Lanoce Maglie]
Scarica questo file (Accoglienza San Cassiano.pdf)Prog. Accoglienza San Cassiano:Infanzia-Primaria-SecondariaI°grado [ ]
Scarica questo file (calendario socastico 201112.pdf) 09/2012 CALENDARIO SCOLASTICO[ 09/2012 CALENDARIO SCOLASTICO]
Scarica questo file (festa_della_donna.gif)festa_della_donna.gif[ ]
Scarica questo file (foto supersano.jpg)foto supersano.jpg[Panoramica Supersano-Allagamento 2008]
Scarica questo file (italia.gif)italia.gif[ ]